È talvolta necessario proporre al paziente un ritrattamento ortodontico, sia per accogliere un'insoddisfazione del paziente stesso sia per la constatazione clinica di problematiche occlusali insorte dopo il termine del primo trattamento ortodontico o mai risolte da quest'ultimo.

Rispetto a quanto non avvenga per una terapia ortodontica iniziale la proposta di ritrattamento ortodontico è sempre più critica da accettare per il paziente e da proporre per l'ortodontista. 
Per questo motivo il rigore diagnostico deve essere ancor più sottolineato così come deve essere rigorosa la definizione di obiettivi di trattamento ben definiti, condivisi con il paziente ed effettivamente percorribili.

  • Facebook
  • Instagram