Rischi e rischi del non farle

Il timore di molti genitori per l'esposizione dei propri figli a radiazioni ionizzanti durante l'esecuzione di radiografie diagnostiche è del tutto immotivato. I dosaggi utilizzati sono ampiamente al di sotto dei limiti di rischio. Inoltre l'esecuzione di una radiografia panoramica di screening intorno agli otto anni permette di intercettare gravi problemi delle ossa mascellari e dei germi dei permanenti.
Fare scelte operative e trarre conclusioni diagnostiche senza radiografie è come navigare in mare aperto senza bussola né ecoscandaglio.
 

Alcuni confronti, come quelli riportati nella tabella qui sotto, possono chiarire meglio come sia immotivato preoccuparsi della dannosità di radiografie eseguite su prescrizione medica.
L’esecuzione di una radiografia dentale genera la metà delle radiazione ionizzanti che si ricevono in un volo aereo di due ore.
Tanto basti a trarre le opportune conclusioni.

  • Facebook
  • Instagram